Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Per maggiori dettagli leggi la Privacy Policy.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy Policy

Educazione Stradale nella Scuola

Educazione Stradale nella Scuola

Progetto Unico Regionale

Compito di realtà organizzato dall’ associazione «La Strada»

l’associazione «La Strada» partner del progetto ha organizzato una serie di 12 eventi dal vito che consistono in una simulazione dinamica di un incidente stradale, attraverso la quale i giovani studenti potranno vivere un momento a forte contenuto emozionale, sperimentando, attraverso la percezione visiva ed uditiva diretta, le diverse fasi di un incidente stradale “reale”. 

Nello specifico, verrà posizionato un manichino in sella ad un ciclomotore e, dopo una breve presentazione di quanto starà per accadere, il manichino verrà investito con un’auto ad una velocità non superiore a 30km/h. 

A seguito di ciò, i ragazzi potranno apprezzare, dal “vivo”, il manichino che verrà sbalzato in aria e rovinerà sull’asfalto, simulando le conseguenze dirette dell’urto su di un giovane conducente. Quindi, con l’ausilio di un monitore del 118 e di un Agente della Polizia Locale, verrà commentato l’incidente in sé  e si spiegherà agli studenti come gestire la concitazione del momento, le corrette azioni da porre in essere e come attivare la catena dei soccorsi, attraverso la telefonata al numero unico di emergenza 112.

A seguire, con un po’ di effetto scenico dato dalle sirene dei mezzi di soccorso, i sanitari del 118 verrà mostrato come soccorrere l’infortunato “virtuale”, mentre gli agenti della Polizia Locale simuleranno la messa in sicurezza del luogo dell’incidente e l’effettuazione dei rilievi di rito, propedeutici alla ricostruzione cinematica dell’evento, atta ad individuare le responsabilità in gioco. 

Il tutto sarà descritto e spiegato passo passo dal sig Stefano Orsenigo dell’associazione «La Strada» coadiuvato dagli esperti del 118 e della Polizia Locale.

Terminato il compito di realtà, gli studenti incontreranno dei giovani atleti paraolimpici del CIP, che li infratteranno sulla loro esperienza quali, vittime di incidenti stradali da una parte e vittorioso atleti paraolimpici dall’altra.